Redazione RIpartiamo

Il Gastaldato ad Antrodoco

Nella magica atmosfera del Chiostro Santa Chiara, allietato da suonatori giocolieri e danzatrici, si svolge l’elegante banchetto medioevale delle Dame, al termine del quale viene eletta la Dama del Palio e vengono assegnati gli arcieri ai Rioni.

Tutto ha inizio con “La Notte della Dama e degli Arcieri”, la Messa degli arcieri e la presentazione del Palio alla popolazione per culminare con la proclamazione della Dama del Palio e la presentazione degli arcieri che il giorno seguente si contendono il Palio stesso.
Il clou della manifestazione è il “Corteo Storico e Palio Madonna del Popolo”: nel corteo storico i rioni vestono i panni di molti personaggi protagonisti degli episodi più emblematici: dalla pace di Anagni tra l’imperatore Federico II e Papa Gregorio IX all’arrivo di Federico II al Castello di Antrodoco da lui considerato tra i più importanti e strategici; dalle tensioni con Papa Clemente IV che invitato il Castello a sostenere Re Carlo D’Angiò contro Manfredi, si vide rispondere con un’irremovibile fedeltà a quest’ultimo. Dal matrimonio tra Guglielmo Da Palarago e Alterigia, figlia di Gualtiero, che valse in feudo, per Guglielmo, le terre di Rocca San Silvestro e Scoppito alla rivolta contro le tasse, da parte degli uomini di Forcapretula, Rocca di Fondi, Piscignola e Torre Cifredi e quella dei vassalli dei fratelli Berardo e Rainaldo De Duce, per la giurisdizione sui feudi della valle. E ancora l’intervento della Regina Giovanna I contro Giuntarello da Poppleto impossessatosi del Castello, vedrà in corteo eserciti e armi, ma anche le trattative di pace avviate dalla Regina stessa per porre fine agli scontri per il controllo sulla rocca di Antrodoco e spiazzare la storia dando un ruolo chiave nel futuro di Antrodoco, ai mercanti.

Il corteo storico confluisce nel Chiostro di Santa Chiara che fa da cornice alla contesa e proclamazione del Rione vincitore del Palio.

Il Presidente della Provincia – Territorio e Cultura

Il Presidente della Provincia di Rieti parla di territorio e cultura. Puntare sulle ricchezze naturali e culturali per il rilancio del territorio.

La Festa del Sole

La Festa del Sole è una manifestazione di Rieti che si tiene ogni anno a fine luglio, in cui i rioni della città si sfidano in gare acquatiche nel fiume Velino (di cui la più importante è il Palio della Tinozza). Nonostante sia una tradizione relativamente recente (si svolge dal 1969), è particolarmente amata e attira ogni anno 5000 spettatori. A questa usanza si devono due dei gemellaggi allacciati dalla città di Rieti.

Terme di Cittaducale

The Big Oxmox advised her not to do so, because there were thousands of bad Commas, wild Question.

Il Macchinista

Piccola video-intervista del macchinista del teatro Flavio Vespasiano di Rieti

Il Presidente della Provincia e il Progetto Ripartiamo

Il Presidente della Provincia di Rieti racconta il progetto “RIpartiamo – Nuovi modi di raccontare per RIscoprire e RIvisitare il territorio”. L’iniziativa, promossa dall’Anci e dalla Provincia di Rieti e cofinanziata dal Dipartimento della Gioventù del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, vede coinvolti i comuni di Antrodoco, Castel Sant’Angelo, Cittaducale, Rieti e la VI Comunità Montana del Velino.
Le cinque linee di azione previste dal progetto si muovono con l’obiettivo di far emergere le potenzialità dei territori ricadenti nella area del “cratere”, sia dal punto di vista turistico che culturale, promuovendone la conoscenza attraverso l’utilizzo di nuovi canali e strumenti.
L’iniziativa si rivolge ai ragazzi nella fascia di età compresa tra i 16 e i 35 anni e punta ad accrescere competenze specifiche relativamente alla produzione e divulgazione di contenuti multimediali, gestione di piattaforme web e nuovi media, promozione del territorio e coesione sociale. Tutto ciò con l’intento di favorire lo scambio e la condivisione di esperienze e competenze tra i beneficiari del progetto, migliorando il contesto occupazionale del territorio e contribuendo alla formazione di nuovi profili professionali. Un percorso che sappia coniugare innovazione e tradizione, per disegnare un percorso unitario di sviluppo attraverso l’arte, la cultura, la musica, l’innovazione tecnologica e l’ambiente naturale.

Daniele Sinibaldi

The Big Oxmox advised her not to do so, because there were thousands of bad Commas, wild Question.

Giovanna Palomba

The Big Oxmox advised her not to do so, because there were thousands of bad Commas, wild Question.

Giuseppe Rinaldi

The Big Oxmox advised her not to do so, because there were thousands of bad Commas, wild Question.

Scroll to top